26/11/2013

AIM Energy sostiene il progetto “Scuola ed educazione motoria”

Un articolato progetto che coinvolge la scuola, la famiglia e l’associazionismo sportivo per consentire ai giovani di crescere in modo sano

“Scuola ed educazione motoria” per oltre tremila ragazzi e altrettante famiglie di Vicenza: è il progetto innovativo curato dall'Assessorato dalla formazione del comune di Vicenza, con il sostengo di numerosi sponsor, tra cui anche AIM Energy, pensato per sostenere e promuovere un miglioramento della vita individuale e sociale dei cittadini, a partire dai più piccoli.
Il progetto, inserito all'interno del Piano dell’offerta formativa 2013-14, è stato presentato a palazzo Trissino dall'assessore alla formazione Umberto Nicolai e dagli sponsor, tra cui anche Fabio Candeloro, dirigente di Aim Energy.
“Il lavoro di gruppo svolto con la collaborazione dei numerosi soggetti, è stato determinante per la trasformazione di un'idea in un progetto importante – ha dichiarato con entusiasmo l'assessore alla formazione Umberto Nicolai -. “Scuola ed educazione motoria” è la proposta per l'anno scolastico 2013-2014, avviata per la prima volta e che va a sostenere un progetto nazionale che vede la collaborazione del Coni. Desideriamo promuovere l'attività motoria nelle scuole per dare la possibilità ai giovani di crescere in modo sano coniugando la pratica sportiva ad una sana alimentazione. Starà poi a ciascun bambino scegliere che tipo di sport praticare e se farlo in maniera agonistica.
Nel suo intervento,  Fabio Candeloro ha ricordato che AIM Energy ha accolto con piacere la richiesta di sostenere il progetto in quanto da sempre l’Azienda di contrà san Biagio è sensibile ai temi dell’educazione ed è vicina alle istituzioni e alle famiglie, in particolare a quelle con difficoltà,  affiancandosi alla loro attività formativa sempre più delicata e complessa, considerate anche le risorse disponibili sempre più ridotte.
Nel dettaglio, tra novembre e dicembre si terranno gli incontri con gli esperti: in questa prima fase saranno coinvolte 21 scuole con 65 classi composte da 1.239 bambini con tremila genitori.
Tra il 9 e il 16 dicembre con “Aspettando il Natale” gli alunni di terza, quarta e quinta della scuola primaria parteciperanno a sei mattinate di giochi motori e sportivi in programma al palazzetto dello Sport rigorosamente in clima natalizio. In questa seconda fase saranno coinvolte 15 scuole con 86 classi per un totale di 1.703 bambini.
Sabato 21 dicembre ritorna “Corri Babbo Natale Corri”, manifestazione podistica di beneficenza per gli alunni e le loro famiglie, che si snoderà in centro storico lungo un percorso di 2 chilometri in costume da Babbo Natale. Si prevede che parteciperanno cinque scuole con 34 classi e 666 bambini a cui si aggiungeranno gli studenti delle scuole superiori e i cittadini.
A gennaio partiranno i laboratori di educazione motoria, della durata di 10 ore e condotti da esperti in scienze motorie, che proseguiranno fino ad aprile e che coinvolgeranno gli alunni delle classi prima e seconda della scuola primaria. Questa fase riguarderà 432 scuole con 95 classi e 1.781 bambini.