07/02/2020

AIM Energy Trail: oltre 500 atleti sulla linea di partenza

Giovanni Corà, portacolori del gruppo sportivo AIM, e Mèlina Grosjean si aggiudicano la quinta edizione. Premiata anche la migliore maschera.

Competizione, energia e divertimento: si è conclusa così la quinta edizione dell’AIM Energy Trail che ha visto oltre 500 atleti misurarsi sul percorso unico di 23 chilometri e mille metri di dislivello positivo sulle colline di Malo. Un tracciato spettacolare, quello disegnato dagli organizzatori, con scorci panoramici e passaggi nelle località di san Valentino, Monte Pian, Monte Pulgo e Priabona Alta.              
«La prima e l'ultima parte rispecchiano - spiega Remo Lavarda, organizzatore insieme a Mattia Maestrello e Tino Tagliaferro del gruppo sportivo AIM - la prova wild dello scorso anno. La parte centrale, invece, riprende un tratto della Ultra con qualche nuova modifica. Non pensavamo di raggiungere questi numeri nonostante l'anticipo della data della competizione. L’anno prossimo torneremo a riproporre le due distanze, uno più lungo che potrebbe essere di 30 o 35 km, e uno più breve di 12-14km. Un ringraziamento al Comune di Malo per la sua massima disponibilità, ad AIM Energy, alle associazioni del territorio che sono sempre presenti e agli sponsor. In totale avevamo un centinaio di volontari di cui 30 lungo il percorso».  
Sul gradino più alto del podio Giovanni Corà, portacolori del gruppo sportivo AIM, seguito da Mirko Miotto e Michele Meridio. In campo femminile, vince invece per il terzo anno consecutivo Mélina Grosjean. Seconda classificata la padovana Lucia Forte e, al terzo posto, Sara Trevisan.
All’AIM Energy Trail però non vincono solo i più veloci. Data la prossimità con il Carnevale, l’assessore allo sport del Comune di Malo Moreno Marsetti ha scelto di riservare un premio speciale per l’atleta con la maschera più bella: Emilio Trevisan. Al termine della competizione sono stati assegnati altri tre premi: all'atleta proveniente da più lontano, Mirko Martini dalla provincia di Frosinone, al più giovane, Alessandro Celsan classe 1999, all'atleta con più primavere, Roberto Giacon classe 1947.