30/07/2020

Come riconoscere le truffe dei falsi venditori di luce e gas

Negli ultimi giorni sono purtroppo ricomparsi a Vicenza numerosi venditori che, di persona o telefonicamente, propongono contratti gas e luce spacciandosi per incaricati di AIM o di altre società, offrendo sconti e campagne promozionali del tutto falsi.

Ad esempio, ci è stata segnalata una fantomatica “promozione post-Covid”: a chi è regolare con i pagamenti vengono offerti grandi sconti e gratuità varie. In cambio viene chiesto esibire la bolletta, in particolare i dati sensibili riportati, come il numero del contatore (pod o pdr), e il codice fiscale.

In questo modo, con i pochi dati forniti e a volte anche senza alcuna firma (perché non è raro sia successivamente falsificata), il cliente si ritrova con un nuovo fornitore e spesso senza i grandi risparmi promessi.

AIM Energy consiglia di accertarsi sempre dell’identità di chi si presenta alla porta. Gli agenti incaricati da AIM Energy sono provvisti di tesserino con foto indicante nome, cognome e numero di matricola. Laddove persistano dei dubbi sull’incaricato, oltre a fare un controllo con il documento d’identità, è possibile chiamare il numero verde 800 226 226: comunicando il codice agente riportato nel tesserino dell’incaricato, l’operatore fornirà il nome e cognome per la verifica.

Gli agenti di AIM Energy possono chiedere di vedere una delle ultime bollette, per essere in grado di valutare lo stato del contratto attualmente in essere e proporre le offerte più convenienti. AIM Energy infatti ha scelto di non fornire ai propri agenti i dati anagrafici e di fornitura dei clienti, così da tutelarne la privacy.

Infine, è importante ricordare che nessuna forma di riscossione o restituzione di denaro viene effettuata a domicilio, e che il cliente è sempre libero di scegliere se aderire o meno alle offerte proposte.

 

In foto: Fausto Costenaro, Amministratore unico di AIM Energy.