19/10/2013

Presentata anche a Rovigo la convenzione AIM Energy e Confartigianato

Per il presidente dell'Associazione Marco Marcello si tratta di un accordo di grande interesse per le famiglie

Un risparmio medio stimabile intorno ai 113 euro l’anno sui consumi energetici di ciascuna utenza domestica: questo è quanto consente l’accordo siglato tra Confartigianato Rovigo e AIM Energy, presentato alla fiera d’autunno di Rovigo. In tempi di crisi dove ogni spesa familiare ha la sua importanza, la convenzione presentata a Rovigo sabato 19 ottobre rappresenta una significativa opportunità per le forniture di energia elettrica e di gas destinate ai famigliari delle imprese artigiane. A spiegare l’importante accordo il presidente Marco Marcello e l’amministratore unico di AIM Energy Otello Dalla Rosa.
"Con AIM Energy abbiamo raggiunto un accordo che riteniamo di assoluto interesse per le famiglie degli imprenditori, dei loro dipendenti e dei nostri pensionati", spiega con soddisfazione Marco Marcello, presidente di Confartigianato Rovigo.
"Si tratta di una proposta che ha un alto valore sociale e che riteniamo possa contribuire a migliorare la gestione dei bilanci familiari. Oggi è fondamentale essere vicini agli imprenditori e ai loro collaboratori. Tutte le famiglie che fanno riferimento alla nostra associazione –approfondisce il presidente provinciale di Confartigianato, quindi titolari d’impresa, soci, dipendenti, fino ai pensionati, potranno stipulare i contratti di fornitura alle condizioni che abbiamo definito con AIM Energy".
"Le condizioni - ha spiegato l’amministratore unico di AIM Energy Otello Dalla Rosa- sono molto articolate e molto vantaggiose, con il grosso vantaggio che si tratta di contratti senza sorprese e senza costi nascosti. Inifine - ha concluso Dalla Rosa- ad ogni utenza sono riconosciute 30 euro l'anno per l'autolettura".
I numeri parlano chiaro: le imprese potenzialmente interessate dei territori che hanno sottoscritto l’accordo sono 746.835, gli addetti (imprenditori e dipendenti) 1.941.771 e quindi il risparmio totale potrebbe raggiungere 250 milioni di euro.